Mobilita sostenibile

Mobilità sostenibile, nel 2015 via agli incentivi per chi lascerà l’auto a casa

Cambiare la mobilità nelle città italiane, renderla sostenibile e meno inquinante.

E’ questo il l’obiettivo del progetto approvato dalla Camera dei Deputati che prevede lo stanziamento di 35 milioni di euro nel 2015 per incentivare e sostenere tutti coloro i quali ogni giorno decideranno di recarsi a lavoro o portare i figli a scuola utilizzando la bici o andando a piedi.

In concreto, l’iniziativa prevede l’assegnazione di “buoni mobilità” per i cittadini che adotteranno soluzioni di trasporto sostenibili e green.

Un progetto, collegato alla Legge di Stabilità, che per essere reale dovrà ancora ottenere l’ok prima della Camera e poi del senato per la ripartizione dei fondi, questione ancora non affrontata.

Solo dopo questo passaggio il Ministero dell’Ambiente potrà tracciare le linee definitive degli incentivi.

L’idea da parte del Governo è comunque quella di non fermarsi e proporre i primi bandi a partire da gennaio 2015.

Tra le varie ipotesi discusse in Commissione, la possibilità di buoni per chi utilizzerà i servizi di car-sharing, car-pooling e bike-pooling, sulla falsa riga di quanto si sta già facendo in Francia.

Un programma che si focalizzerà principalmente sui centri urbani di grande e media dimensione che più necessitano di ridurre le emissioni inquinanti e adottare misure di mobilità sostenibile.